ritz domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 31/01/2014

Parma

depressione

Buongiorno, premettendo che sono sempre stata un tipo ansioso, negli ultimi anni la mia vita è stata perfetta, matrimonio felice e un lavoro che amavo anche se dentro di me è sempre stato presente un senso di inadeguatezza per non aver terminato gli studi, scarsa autostima e insicurezza.
L'unica cosa sulla quale non ho mai avuto dubbi è la mia relazione. Cambiando le mie mansioni e i miei orari al lavoro ho sviluppato una forte ansia e depressione che mi dà anche problemi fisici, l'idea di andare al lavoro mi fa venire la nausea e penso di aver sbagliato tutte le scelte. Ultimamente, da un giorno all'altro, cercando disperatamente cause al mio malessere che non se ne va, ho cominciato a mettere in discussione il mio rapporto e questo mi terrorizza in quanto non avrei mai pensato di poterlo fare e non ho motivi! E'sempre stato il mio punto fermo e la mia sicurezza ma ora è come se improvvisamente io non sentissi più niente, nemmeno i nostri meravigliosi ricordi mi danno più emozioni. Potrebbe essere un pensiero ossessivo ma perché non se ne va..al mattino sto molto peggio e in alcuni momenti sembra che tutto sia passato ma poi si ripresentano. Rivoglio la mia gioia, la mia ancora..anche la depressione senza questo dubbio ricorrente potrei sopportarla ma questo no! A Natale se mi avessero detto che sarei arrivata a pensare queste cose avrei pensato che fossero tutti matti! E ora la matta mi sento io...rivoglio la mia sicurezza. Può un disturbo di ansia e stress che ho avuto e ho forte sul posto di lavoro essere degenerato e avermi portato a tutto questo?Scusate se non sono stata breve, ma ho paura e ho grande bisogno di sfogarmi! Grazie!

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Margherita Scorpiniti Inserita il 06/02/2014 - 21:39

Lei è stata molto precisa, ma per una risposta adeguata o un rimedio adeguato secondo me ci vuole l'intervento di uno psicologo che possa seguirti dal vivo o comunque parlare con te, durante almeno un breve ciclo di incontri/contatti. Un cordiale saluto.
Dott.ssa Margherita Scorpiniti

Dott. Michele Matera Inserita il 09/02/2014 - 11:52

Gentile Ritz, l'uomo è un complesso sistema di dinamiche che interagiscono tra di loro. Nel momento in cui una sfera della vita, (affettiva, relazionale, sociale, lavorativa) viene vissuta con ansia e preoccupazione, questa, si ripercuote anche sulle altre.
La situazione da lei descritta, è piuttosto vaga e servirebbero maggiori elementi che solo attraverso degli incontri personali si potranno emergere. Lo stress da lavoro, dipeso da insoddisfazione, monotonia, ecc... coinvolge prima di tutto la persona interessata ma successivamente anche l'ambiente lavorativo e le relazioni personali esterne.
Le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo per valutare nel migliore dei modi la sua situazione.

Saluti
Dott. Michele Matera - Bologna -
www.michelematera.it
info@michelematera.it