Marco  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 23/02/2020

Agrigento

Impatto psicologico, zero amici zero vita sociale

Salve a tutti, espongo brevemente il mio problema, fino ad i 16 anni la mia vita andava tutto okay, direi nella norma di un ragazzo della mia età. Avevo una classe con cui mi trovavo benissimo essendo amico di tutti, non ho mai avuto problemi a farmi amici essendo molto socievole. A 16 anni però i miei genitori decidono di trasferirsi in un altra città per questioni di lavoro. Finisco quindi gli ultimi 2 anni di superiori in cui mi trovo davvero molto male, mi isolo completamente non riuscendoci ad integrare, a quell’età tutti avevano già i loro giri di amicizia, e a dire la verità neanch’io mi impegno più di tanto. Sono stati davvero 2 anni terribili in cui la mattina mi sentivo sempre molto depresso andando a scuola. Ad ora che ho 19 anni quindi ho 0 amici e 0 vita sociale. Non esco di sabato da quando avevo 16 anni. In questo periodo soprattutto spesso rimango a pensare tantissimo rattristandomi, credo di avere una forma di depressione data anche dai miei ricordi. E dato dal pensare a come mi trovassi bene prima che i miei stravolgessero la mia vita. Credo che pensare sempre alla mia condizione faccia male alla mia psicologia ma non so come uscirmene. Credo di essere diventato fortemente introverso anche se in famiglia risulto essere il contrario. È quando sono da solo che cado in una sorta di depressione perché penso tantissimo
Grazie in anticipo a chi avrà voglia di aiutarmi

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Fabio Rapisarda Inserita il 23/02/2020 - 21:12

Salve, come ha sottolineato più volte, è chiaro che un trasferimento in un altro luogo, sooprattutto a 16 aa. in pieno periodo adolescianziale, può creare alcune difficoltà soprattutto sociali. Si è posta la domanda che cosa ha significato per lei questo cambiamento di città ? Secondo lei, come mai non riesce ad inserirsi in un nuovo contesto ? Si è sentito respinto ? E' normale che il sentirsi solo le crea un calo dell'umore. Potrebbe essere utile parlarne con uno specialista.