doriana  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 23/07/2019

Messina

Crisi esistenziale

Salve. Cercheró di esser concisa.. sono una ragazza di 27 anni, mi son laureata in Veterinaria qualche anno fa e subito dopo la laurea andai prima a Milano e poi in Regno Unito, per avere piu esperienza e ovviamente per ragioni economiche. Dopo piu di un anno e mezzo in Regno Unito torno a casa mia completamente in crisi... non so piu cosa voglio e dove voglio vivere.. l'anno all'estero é stato per me assolutamente non facile, soffrivo di molte mancanze tra cui la mia famiglia, la mancanza di vita sociale, il tempo, il cibo..che molti pensano siano stereotipi ma é la realtá. Si son aperte altre possibilitá lavorative vicino casa nel frattempo che ovviamente non hanno a che vedere con le opportunitá lavorative che posso avere in UK e tutto questo mi ha messo in crisi. Purtroppo nella mia vita ho avuto parecchie mancanze e mi rendo conto che non riesco ad affrontare certe esperienze con una certa leggerezza e grinta e sono spaventata a dover lasciare quella realtá dal punto di vista lavorativo certa per una realtá non del tutto certa ma so che sarei mentalmente forse piú tranquilla..Vorrei avere un parere, grazie in anticipo a chi risponderá.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Roberta Altieri Inserita il 26/07/2019 - 15:10

Milano
|

Gentile Doriana, scegliere dove stabilirsi per iniziare la propria vita adulta non è facile: in qualunque caso ci saranno pro e contro, vantaggi (ad esempio, nel suo caso, opportunità lavorative più soddisfacenti) e svantaggi (adattarsi ad uno stile di vita diverso, essere lontani dai propri affetti). Sembra che il suo bilancio del periodo all'estero sia del tutto negativo: come mai, ad esempio, non aveva "vita sociale"? Ritiene che il motivo fosse l'eccessivo impegno lavorativo, la scarsità di connazionali o che altro? Crede che questo aspetto si potrebbe modificare in meglio oppure no? Cosa intende quando dice che, tornando a casa, sarebbe "mentalmente più tranquilla"?
Cosa pensa di aver conseguito, di buono, grazie a questa esperienza? Il lavoro nel Regno Unito è ancora disponibile o si è concluso e dovrebbe cercare altro?
Lei parla poi di "parecchie mancanze" che la ostacolano nell'affrontare le esperienze in modo costruttivo: non so di quali mancanze parli, ma potrebbe essere utile una consultazione psicologica per valutare il loro peso in questa fase della sua vita e per vedere con più chiarezza nel proprio futuro. Molti auguri