Anna  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 06/06/2019

Milano

Non riesco a staccarmi psicologicamente dal mio ex

Ho lasciato da più di un anno il mio ex a causa di un altro uomo, per rispetto verso di lui e per le pressioni ricevute dall'altro. Il mio ex però mi aspetta ancora e soffre molto. Io ho continuato la relazione con l'altro, ma frequentarlo mi genera ansia e senso di colpa. Non faccio che chiedermi come sta il mio ex e spesso penso di lasciare l'altro per alleviare la pressione, da quanto mi fa stare male. Non riesco a comprendere se questo stato d'animo sia dovuto ad un eccesso di empatia, al senso di colpa o a qualcosa che non va nella nuova relazione, perché mi sembra assurdo arrivare ad essere tentati di chiudere una storia per non sentire l'angoscia. Grazie per le risposte.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 07/06/2019 - 10:19

Milano
|

Gentile AnnaRosa, da ciò che scrive, l'altro uomo è ancora presente nella sua mente e nella sua vita e sa che lui aspetta ancora. Tutto ciò la pone in uno stato di confusione e di angoscia. Direi, un vero e proprio conflitto dove non è possibile prendere nessuna decisione, perché ciascuna di queste implica una scelta precisa: o uno o l'altro. Provi a immaginare che il primo si stanchi, alla fine, come si sente? Proprio questa impossibilità di decidere, la percezione di stare su un punto fermo genera angoscia. Sarebbe importante capire che cosa rappresenta per lei il primo ragazzo, com'era in quella relazione, che cosa appagasse che oggi non ritrova più. O forse oggi trova dell'altro, ma le manca ciò che aveva prima. Oppure, nella scelta ha ricevuto troppe pressioni, sia dal suo attuale compagno sia da un suo senso del rispetto. Approfondire il suo senso di colpa potrebbe portarla a scoprire parti di sé forse poco conosciute. Saluti.