Susanna  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 18/05/2018

Milano

Come gestire tutta questa ansia?

Buongiorno, volevo chiedere se posso gestire un fatto che mi accade da un po' di tempo.
In seguito a delle vicende famigliari (gravi e non) mi sono un po' chiusa a riccio, nel senso che mi sono accorta che faccio fatica a uscire di casa. Non per motivi di depressione ma perchè ho sempre paura di perdere il controllo di me stessa. MI sono accorta di soffrire un po' di ansia e leggendo su internet dei blog ho letto di un signore che per il troppo sovraccarico di ansia sveniva per terra. Io ho la costante "paura" che succeda anche a me, e mi immagino in giro che improvvisamente per la troppa ansia cado per terra e che intorno a me tutta la gente mi fissa e forma il cosiddetto cerchio. Questa cosa mi spaventa e a lungo andare mi ha portato a chiudermi. Però io non riesco più a vivere in questa condizione anche perchè sembro pazza; il mio primo attacco di panico è partito in un centro commerciale e infatti faccio fatica ad entrare in quei posti affollati.
Tutta questa ansia è partita in seguito alla scoperta dell'ipotensione che soffro e quindi il costante abbassamento di pressione.
Io voglio tornare a essere quella di prima spensierata e vivere la vita, anche se so che tutto questo mi ha cambiata sia in bene ma anche in male.
Si può superare tutto questo?
Spero di ricevere una risposta.
Cordialmente saluto.

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 18/05/2018 - 18:32

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Susanna,
Certo che sì può superare tutto ciò che ha descritto, ma affidandosi ad uno specialista psicologo-psicoterapeuta che la aiuti a comprendere come si sente realmente.
Lei infatti ha parlato di malesseri tipo ansia, depressione, attacchi di panico, che devono essere opportunamente diagnosticati da un esperto in un contesto terapeutico. Non è possibile attribuirsi o escludere di soffrire di un certo disturbo psichico basandosi su informazioni di altri lette sui blog o altri social.
Ognuno di noi è unico ed irripetibile, quindi non è pensabile fare delle generalizzazioni così ampie.
Pertanto, se è motivata a risolvere la sua situazione, può farlo solo chiedendo aiuto ad uno psicologo.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 19/05/2018 - 08:13

Milano
|

Gentile Susanna, lei ha attraversato di recente alcune vicende familiari che l'hanno portata alla chiusura in se stessa e alla fatica di uscire da casa. Avvenimenti probabilmente importanti che meritano di essere presi in considerazione. L'ansia nel frattempo è aumentata, insieme alla paura di non riuscire a "reggere il carico" e svenire, inerme, sotto lo sguardo di molti. Credo si utile per lei fare una distinzione tra "gestione" e "comprensione". La gestione potrà riguardare la pressione sanguigna, troppo bassa, ma qui il suo medico le saprà dare indicazioni appropriate. Per la parte psichica invece, la "gestione" potrebbe non essere sufficiente, ma sarebbe importante capire cosa è successo e come gli avvenimenti hanno inciso sulla sua psiche e sulla persona. Temi che potrà affrontare in modo diretto con un/una psicoterapeuta che le ispiri fiducia. Saluti.
Dott.ssa Mirella Caruso-Milano.

Dott.ssa Manuela Santini Inserita il 18/05/2018 - 22:19

Cara Susanna certo che si può superare. I problemi da Lei riportati, al di là della soggettività dell'esperienza e storia di vita di ognuno di noi, sono condizioni comuni che assolutamente possono essere affrontate e superate. Ci sono diversi approcci terapeutici che già fra le prime sedute permettono un miglioramento delle problematiche e sintomatologie da Lei riportate.

Dott.ssa Manuela Santini (Vigevano-Milano)