Davide domande di Alimentazione  |  Inserita il 12/12/2016

Napoli

Disagio nel mangiare con altri

Salve a tutti, sono Davide e ho 28 anni. Premetto che di carattere sono timido e ho spesso paura di fare brutte figure con gli altri. Ho un problema che mi affligge da anni. Quando mi trovo in determinate situazioni non riesco a mangiare, l'appetito è assente e sopragiunge una nausea che si intensifica nel guardare il cibo o nel sentirne i profumi. Questo mi causa forti disagi in pranzi, cene o altre occasioni, dal momento che fatico a mandare giù pochi bocconi e di conseguenza faccio brutte figure. Il problema si presenta principalmente quando mi trovo con una ragazza, anche la partner, o a cene importanti, a casa di persone che conosco poco o con le quali mi sento in soggezione (ad es. i suoceri). Non ho problemi invece con parenti stretti, amici e colleghi di lavoro. Vi chiedo: questo problema è risolvibile? Oppure rivolgendomi a uno psicologo sprecherei solo tempo? Si riescono a risolvere casi come il mio? Attualmente mi sembre impossibile che io un giorno riesca a mangiare normalmente nelle situazioni descritte.
Grazie!

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 13/12/2016 - 10:52

Salve Davide, da quello che riporta, il suo sembrerebbe essere un problema risolvibile, forse anche in tempi brevi, ma bisognerebbe analizzare più nel dettaglio la sua situazione. Ad esempio, lei ci parla del disagio che ha nel mangiare con determinate persone, ma le capita di provare disagio anche in altri contesti di interazione sociale che non prevedono il mangiare? E quali sono esattamente le brutte figure che teme di fare? Da quanti anni è presente esattamente il suo problema? E' comparso a seguito di un evento specifico che ha vissuto in modo negativo oppure no?

Dott.ssa Elisa Guarneri Inserita il 12/12/2016 - 17:45

Buonasera Davide.
Il suo disagio è del tutto comprensibile! Da quanto racconta Lei è una persona molto timida e il suo problema emerge principalmente in contesti dove ci sono più persone o in presenza di persone nei confronti delle quali si sente un pò in soggezione. Ritengo che questi fattori siano strettamente collegati. Il problema si può risolvere, si affidi ad un professionista che la guiderà in questo percorso.
Per qualsiasi cosa rimango a disposizione.
In bocca al lupo!
Cordiali saluti

Dott.ssa Elisa Guarneri