Francesco domande di Alimentazione  |  Inserita il 27/08/2015

Brescia

Disturbi alimentari

Salve, sono Francesco ho 18 anni e fin da quando sono piccolo mangio molto. Fino a qualche tempo fa sono sempre rimasto magro per via del molto sport che praticavo, ma per diverse motivazioni oramai ne pratico molto meno (qualche uscita settimanale per fare running, un po' di bici e po' di nuoto adesso in estate).
Fatto sta che le mie abitudini alimentari non riescono a cambiare e per questo continuo ad ingrassare. L'anno scorso ho perso 12kg durante una dieta, ma appena finita li ho rimessi nel giro di 8 mesi. Il vero problema non è la fame, ma il fatto che anche quando non voglio mangiare molto perché non ho tanta fame o quando mi sento pieno, se vedo del cibo sento l'assoluto bisogno di doverlo assaggiare in dosi più o meno massicce..
Faccio fatica a controllarmi a tavola e quando riesco c'è sempre qualcuno che magari propone se voglio ancora un pezzetto di qualcosa in quanto sanno che mangio "molto". Io penso che tutto questo sia molto legato al fatto che durante l'anno ho la scuola che mi rende abbastanza nervoso (sia per lo studio che per l'ansia delle prove di verifica) e per questo tendo a mangiare di più anche fuori pasto (a volte mi riduco a mangiare molto formaggio con salse alle 18:00 e fosse per me non cenerei, ma dato che non lo voglio dire mia mamma prepara la cena e alla fine mangio anche lì in quantità non indifferente anche se lei cerca sempre di aiutarmi a controllarmi). Devo dire che sono sovrappeso di solo 10kg circa (sono 185cm per 90kg di peso circa), ma che vedere la pancia dove vorrei vedere un fisico un po' migliore mi rende molto nervoso, e questo contribuisce a farmi mangiare di più anche quando non ho l'ansia della scuola.
Anche solo se qualcuno mi dice che devo controllarmi mentre sono a tavola mi viene il nervoso perché so che dovrei farlo e non ci riesco e questo contribuisce a farmi mangiare ancora di più! So che è un disturbo psicologico perché so che se mi metto in testa di fare la dieta riesco a passare dal mangiare moltissimo al mangiare "poco" in un solo giorno e mantenere il regime fino a dove voglio arrivare, anche se devo avere un aiuto anche dall'esterno, nel senso che non devono propormi troppe cose. Non so come fare a migliorare la situazione una volta per tutte e imparare a mangiare per vivere e non vivere per mangiare. Cosa posso fare?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Francesca Affatati Inserita il 06/09/2015 - 09:56

Ciao Francesco,
da come descrivi il tuo problema si tratta di alcuni "circoli viziosi" in cui ti incastri. Per poterli ben individuare e trattare è fortemente consigliata una psicoterapia affiancata necessariamente da un processo di educazione alimentare. Ci tengo a sottolineare il termine educazione alimentare e no dieta grammata la quale, come tu hai sperimentato, produce il cosidetto effetto jo-jo. Abbi cura di te, Francesco.

Dott.ssa Valentina Mossa Inserita il 04/09/2015 - 10:17

Caro Francesco,
per la mia esperienza, situazioni simili devono venire affrontate " di petto".
Ti consiglio di contattare sia uno psicologo/psicoterapeuta nella tua città che un medico nutrizionista che possa aiutarti in un'educazione alimentare.
Un caro saluto ed un forte in bocca al lupo,

Dott.ssa Valentina Mossa - Torino
www.valentinamossa.com
https://www.facebook.com/dottoressavalentinamossa