Ale  domande di Alimentazione  |  Inserita il 30/01/2021

Milano

Problema con il cibo?

Buongiorno, sono una ragazza di 21 anni e da 5 anni ho un rapporto particolare con il cibo. Seguo diete drastiche per perdere peso in quanto nonostante ora sia sottopeso mi vedo lo stesso grassa (ora sono circa 48kg per 1.73m). Seguo una dieta rigida a base di verdura, carne e pesce il resto l'ho tutto eliminato soprattutto i grassi e gli zuccheri. Vorrei perdere ancora peso perchè sono grassa, inoltre il fatto di seguire una dieta, impormi un numero di calorie da rispettare e da bruciare mi fa sentire bene, sotto controllo. Spesso i miei pensieri riguardo al cibo sono così forti e ossessionanti che non riesco a studiare e passo le giornate a contare le calorie, fissarmi allo specchio, vomitare o pesarmi. Ho iniziato a pensare che fosse un problema quando i miei genitori hanno iniziato a criticare la mia "eccessiva magrezza" e al momento sono seguita da uno psicologo e psichiatra, a cui ho rivolto i miei dubbi sul fatto che magari avrei potuto avere un disturbo alimentare, tuttavia lo psicologo dice che non sono eccessivamente magra e sembra non preoccuparsi molto, cosa che invece i miei genitori fanno.
Vorrei avere un parere, in particolare vorrei sapere se effettivamente secondo voi un problema c'è e se è il caso di rivolgersi ad un altro specialista o se il problema non esiste e i miei genitori si preoccupano troppo.
Grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Katarina Faggionato Inserita il 30/01/2021 - 20:58

Cara Ale,
sì, hai un problema con il cibo e sei stata brava a rendertene conto. Il tuo indice di massa corporea, chiamato anche con la sigla BMI (body mass index) è di 16,05 che corrisponde al livello "significativamente sottopeso". Per orientarti, ma magari lo sai già, il normopeso va da 20 a 24,9. Poi c'è un basso normopeso, poi sottopeso... Nonostante il peso così basso, ti vedi grassa, hai bisogno di controllare il cibo e il tuo corpo, vomiti, hai perso la concentrazione. Nella tua dieta mancano i carboidrati che sono indispensabili.
Ti consiglierei di cercare l'ambulatorio DCA (disturbi del comportamento alimentare), è in ospedale e di prendere un appuntamento. Probabilmente ci vorrà l'impegnativa del medico di base. Si fa la visita con il medico, lo psicologo e il dietista e ti diranno se e cosa fare.
Cordialmente,
Dott.ssa Katarina Faggionato

Dott.ssa Cinzia Siragusa Inserita il 01/02/2021 - 15:30

Cara Ale,

Da quanto scrive, sì, alcune situazioni che lei descrive sono collegabili alla presenza di un problema alimentare, ad esempio perché la preoccupazione sul cibo e il peso hanno un ruolo molto importante nella sua quotidianità. Riconoscerlo, come ha fatto, è un passo molto importante.
Come consigliava anche la collega, potrebbe contattare l'ambulatorio DCA in ospedale oppure rivolgersi ad uno psicologo-psicoterapeuta specializzato in Disturbi del Comportamento Alimentare.
Sperando di essere stata d'aiuto, resto disponibile per eventuali dubbi.
Un caro saluto,
Dott.ssa Cinzia Siragusa