Paola  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 09/01/2020

Palermo

Bimba che non si ambienta a scuola

Salve, sono mamma di una bimba che tra un mese farà 4 anni. Premetto la bimba è sempre stata con me in casa e solo raramente l'ho lasciata ai nonni. È una bimba molto vivace, solare e socievole sino a poco tempo fa. A settembre ha iniziato la scuola materna con molto entusiasmo contenta e felice di trovare altri bimbi...le prime due settimane sono andate alla grande tornava a casa felice e mi diceva "era bello andare a scuola". Improvvisamente iniziano i pianti, la lascio tranquilla e la maestra dopo mi chiama perché piange e non partecipa a nessuna attività. Ci sono giorni rari che va meglio ma quasi tutti i giorni sono costretta a prenderla prima. Le ho provato a fare domande e e mi dice che "voleva me" poi mindice che la scuola è un po bella ma non le piacciono i bimbi monelli. Ho chiesto alla maestra se qualche bimbo le fa qualche dispetto ma sono ovviamente bambinate ma lei se la prende subito, ci rimane male e piange. Non so più cosa fare la mattina lascio volentieri e tranquilla e puntualmente dopo piange. Ho pensato fosse il distacco materno ma sono passati 3 mesi ed ancora non ho visto miglioramenti se non peggioramenti. Cosa mi consiglia di fare? Sono disperata e stanca. Prima era molto socievole tanto che appena vedeva bimbi li abbraccia e salutava subito. Come posso aiutarla ad imparare a reagire? Grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 10/01/2020 - 09:17

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Polin,
Il comportamento che ha descritto è una delle possibili reazioni dei bambini mentre si stanno inserendo a scuola.
Quindi la prima cosa da fare per tranquillizzare la bambina è che lei mamma sia consapevole di ciò e, soprattutto, che sia convinta che possiate superarlo.
In secondo luogo, può agire come segue:
1) confrontarsi con le maestre e cercare di capire se loro sono disponibili a fare questo: lasciare che lei mamma vada all'asilo quando la bambina piange, ma cercare di rassicurarla per farla restare lì fino all'orario d'uscita. Altrimenti la bambina apprende che attraverso il pianto ottiene l'allontanamento dall'asilo. Ma non sa come gestire il suo disagio per l'assenza della mamma che è del tutto normale e sano, ma va gestito affrontandolo, non evitandolo anticipando l'uscita.
2) proporre alla bambina merende o uscite extra asilo, con i bambini che le sono più simpatici, in modo da rinforzare l'alleanza con alcuni amichetti e il piacere di rivederli giorno per giorno. Costruire queste relazioni può essere utile a sua figlia per superare la frustrazione del distacco da lei.
Se desidera approfondire la questione, può scrivermi o contattarmi.
Un caro saluto a lei e a sua figlia.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).

Dott.ssa Monia Crimaldi Inserita il 16/01/2020 - 09:10

Buongiorno,
sembra che sia figlia stia mostrando delle difficoltà nell'adattamento al contesto asilo. Probabilmente insorge nella bambina un vissuto d'ansia da sperazione che diventa ingestibile. Sarebbe importante capire se oltre alla scuola nella vita di questa bambina stanno cambi